Stagione 2016/2017

CW CHIUDE

A LUGLIO DOPO 18 ANNI

PRIMO INFO WEB SU BASKET CITY

CIAO A TUTTI

 

 

Se ti piace il sito bastano 5 euro per un anno intero il 2017
senza password o registrazioni grazie...
non abbiamo finanziamenti pubblici tutto sulle nostre spalle
grazie a tutti per le donazioni ciuaooooooooo

 

 

 

Lega Due 2016/2017

 

Virtus Segafredo Zanetti Bologna Fortitudo Bologna

   

Lega Basket A 2016/2017

  Pallacanestro Reggiana

 

 

siamo su facebook catchweb.net
cliccate mi piace clicca qui...
.

 

 

 

- 22.05.2017

SEMIFINALI CON RAVENNA AL PALADOZZA:

DALLE 18 DI OGGI SARA’ GIA’ POSSIBILE ESERCITARE LA PRELAZIONE PER GLI ABBONATI SIA ON-LINE, SIA NEI PUNTI VENDITA VIVATICKET

Inizia oggi alle 18 la prevendita per gli abbonamenti alla serie di semifinale dei Playoff Serie A2 Citroen 2017, nella quale Virtus Segafredo sfiderà l’OraSì Ravenna, con gara1 prevista al PalaDozza domenica 28 maggio alle ore 18,  gara 2 martedì 30 maggio alle ore 20.30 ed eventuale gara 5 mercoledì 7 giugno sempre alle 20.30.

Oggi sarà dunque possibile esercitare la prelazione nei punti vendita VivaTicket e sul sito VivaTicket al seguente link:

http://www.vivaticket.it/ita/event/semifinali-play-off-abbonamento-virtus-bo/97595

Da domani, martedì 23 maggio, a partire dalle 10.00 sarà operativa anche la biglietteria presso la sede di via dell’Arcoveggio.

Il diritto di prelazione potrà essere esercitato fino alle ore 24 di mercoledì 24 maggio; a partire da giovedì continuerà la vendita degli abbonamenti per tutti, unitamente a quella dei biglietti per la singola partita.

In allegato, i prezzi per la serie di semifinale.

Di seguito, gli orari di apertura degli uffici di Virtus Pallacanestro.

Martedì 23 maggio:    10-17
Mercoledì 24 maggio: 10-18
Giovedì 25 maggio:    10-17
Venerdì 26 maggio:    10-18
Sabato 27 maggio:     10-12.30

La biglietteria del PalaDozza, in via Graziano, sarà aperta domenica 28, giorno di gara 1 a partire dalle ore 16.

Marco Tarozzi
Media Relations
Virtus Pallacanestro Bologna

comunicazione@virtus.it


 

21/05/2017  gara4 quarti di finale               

VisitRoseto.it - Virtus Segafredo Bologna 83-97 (19-26 37-50 65-74)

Roseto : Smith 19 (0/5 4/10), Cantarini, Piazza (0/2 da 3 2r), D’Emilio, Fultz 12 (0/1 4/6 4p), D’Eustachio 2 (1/1), Radonjic 3 (1/1 da 3), Fattori 8 (4/5 0/1 3r), Mei 3 (1/2 da 3), Casagrande 5 (2/4 0/1 4r 2a), Amoroso 8 (3/4 0/4 6r 3p 4a), Sherrod 23 (10/12 0/1 6r 3p). Di Paolantonio

Virtus : Spissu 23 (8/8 1/4 2rec 3a), Umeh 23 (5/5 3/6 4r 2rec 2a), Spizzichini (0/1 da 3), Ndoja 12 (3/6 2/4 4r 2rec 2a), Rosselli 5 (1/1 1/2 2r), Michelori 2 (1/1), Oxilia n.e. Gentile 14 (3/4 2/7 5r 2rec 2a), Penna n.e. Lawson 13 (6/10 0/2  8r 2p), Bruttini 5 (2/2). All.re Ramagli

La Virtus approda in semifinale sconfiggendo per la terza volta a fila Roseto, la seconda sull’infuocato palasport adriatico. Una Virtus che fino ad ora in trasferta non ha mai deluso si prende alla sua maniera questa partita, partendo fin dalla palla due nel cercare di fare canestro a più non posso ed oggi lo fa ritrovando il suo fromboliere, quell’Umeh che fino ad oggi era stata la nota stonata di questa serie di quarti di finale. Le V nere volano via e non vengono mai riprese, chiudono con vantaggio largo il primo tempo e reggono sull’unico sussulto Visit, quando nel terzo quarto la reazione dice -6 ma proprio lì il nigeriano la gira nuovamente con la bomba sulla sirena che non vale solo il +9 per i suoi ma di fatto partita e serie. La Virtus sbanca 2 volte a fila Roseto così come aveva fatto a Casale, andando a rovescio della stagione regolare dove le trasferte erano continui affanni mentre ora via da casa, cosa che in realtà è sempre stata stante il PalaDozza come casa d’emergenza, son piovute solo vittorie, 4/4. Da notare come il fattore campo nei 2 turni di playoff sia stato un impatto minimo 2 vittorie casalinghe a fronte in 6 in trasferta.

In questo ultimo giro di valzer, Roseto ha avuto poco da Amoroso, a corto di fiato e ben controllato soprattutto da un Bruttini alla sua miglior prestazione nel post season, mentre tra i bianconeri un apporto determinante è arrivato da Marco Spissu, risposta tonante dopo una gara3 più ai margini del solito. Ma oggi tutti hanno portato il loro mattone, anche chi è stato meno coinvolto del solito, vedi Rosselli poiché di vere ambasce non c’è stata traccia o Spizzichini dato che l’attacco è bastato contro gli Sharks ormai a corto d’energie.

Ora sarà tempo di seminale, si inizierà domenica 28, l’approdo della sorprendente Ravenna fa sì che la Virtus avrà il fattore campo a favore e quindi la prima doppietta di partite sarà casalinga. Scampato il pericolo Biella e quello di Verona che ha eliminato la testa di serie N°1 non va sottovalutata l’incredibile Orasì di coach Martino, che senza uno straniero è giunta in semifinale e che nella stagione vanta 2 vittorie 2 contro la Virtus, in entrambe le partite colte pure dominando.

   Luca Cocchi

 

 

- 22.05.2017

foto FABIO MATRANGA

Fortitudo-Treviso 80-63
Fortitudo: Ruzzier 3, Legion 10, Campogrande 6, Mancinelli 15, Knox 15, Candi 8, Cinciarini 12, Italiano 3, Montano, Gandini 8.
Treviso: Moretti 14, Fantinelli 11, Perl 8, Perry 9, Ancellotti
4, La Torre, Negri 5, Rinaldi 6, Saccaggi 6, Malbasa.
Arbitri: Masi, Dionisi, Costa
Note: liberi: F 13/15, T 15/25. Da due: F 20/38, T 15/36. Da tre: F 9/27, T 6/14. Rimbalzi: F 38, T 34.
Parziali: 5’ 10-7, 10’ 15-13, 15’ 23-24, 20’ 38-33, 25’ 51-44, 30’ 60-49, 35’ 74-55, 40’ 80-63. Massimo vantaggio F: +23 (80-57 al 38’).
Massimo svantaggio: -5 (2-7 al 3’).

 

 

18.05.2017     

Domani la Grissin Bon saluta sponsor e tifosi da Prospero

Venerdì 19 maggio alle ore 19:30 i giocatori, lo staff tecnico ed i dirigenti di Pallacanestro Reggiana si incontreranno al PROSPERO Restaurant e Wine Bar di Giulio ed Emanuele Bacicchi, situato nella centralissima Piazza San Prospero 4, per salutare la città al termine della stagione agonistica 2016/17 della Grissin Bon. Ai biancorossi verrà poi concesso un periodo di riposo prima della ripresa dell’attività con i giocatori sotto contratto, la quale è prevista per lunedì 29 maggio.

 Gaia Spallanzani

Responsabile Relazioni Esterne e Ufficio Stampa

Pallacanestro Reggiana Srl

 

Pallacanestro Femminile

 

 - 25.04.2017

Serie A: Interview

Un primo bilancio della stagione 2016/2017, ormai conclusa


La stagione della Meccanica Nova Vigarano si è chiusa ormai da un paio di settimane. Riviviamo l’annata 2016/2017 nelle parole del DG Ennio Zazzaroni, con un primo sguardo sull’immediato futuro.

Partiamo dalla fine, semplice e facile: Quarti di Finale… “Sicuramente una soddisfazione. Un ottimo risultato, che gratifica ancora di più le difficoltà del quotidiano; fare sport è un privilegio, così come essere a certi livelli, frutto di programmazione e lavoro, ma anche tanto sacrificio. Ci sono momenti in cui tutto sembra non girare, altri in cui basta poco per ripartire di slancio. Come in tutte le cose serve soprattutto equilibrio”.  Un risultato storico… “La storia è una gratificazione passeggera, serve avere lo sguardo in avanti, saldo e pronto nel presente e soprattutto nel futuro. Il passato, come tale, è un piacevolissimo ricordo, un feedback costante su come stai andando; ma quello che conta è rimanere sempre concentrati sul viaggio, non sulla partenza o sull’arrivo. Nello sport puoi vincere, ma puoi anche perdere, alcune stagioni possono nascere storte, in altre girano due virgole e tutto è d’incanto… perfetto. Non bisogna farsi prendere dall’ansia o dal solo riscontro, l’andamento può non essere, anzi quasi mai lo è, lineare”Nelle prime otto al termine della regular season, accesso al secondo turno playoff scudetto, tutto inesplorato, tutto nuovo… e quella parola lì, Scudetto… “Fa un certo effetto, non lo nego. Pensare che un piccolo team, sia in campo con squadre come Schio, è già di per se una grande soddisfazione. Abbiamo onorato come meglio potevamo la serie, regalandoci prima un 2-0 su Torino, frutto dello stringere i denti e al sacrificio delle atlete rimaste. Quando vai in campo, nessuno ci stà a perdere, tutti danno sempre il massimo”.  Un finale di stagione condizionato dalle defezioni “Vero. Già per il periodo natalizio ci siamo trovati senza una giocatrice come Granzotto, che ha manifestato il desiderio di giocare di più, in una categoria inferiore; un buco negli esterni che ha responsabilizzato molto Erica Reggiani, di fatto orfana di alternative. Ci siamo mossi attivamente per cercare un rimpiazzo, ma alle volte non sempre aggiungere migliora l’equazione, abbiamo però trovato un equilibrio. Erica è cresciuta notevolmente e ha chiuso in maniera eccellente. Nel finale abbiamo perso prima Crudo quindi Littles, due pedine del quintetto. Certo, il Famila è un team di Eurolega fuori portata, ma probabilmente in attacco avremmo potuto giocare in maniera più produttiva; dalla panchina atlete come Irene Cigliani sono state chiamate agli straordinari, chiudendo con spazio anche oltre i 35 minuti talvolta, senza mai un problema, encomiabili”.  La sensazione è che sia stata una stagione comunque migliore della precedente “Ogni stagione fa storia a se. Di certo abbiamo operato in estate per mettere a frutto quanto vissuto l’anno prima. L’esperienza ti fa capire meglio le cose, gli equilibri, ti da una percezione più chiara di cosa serve e di cosa invece puoi fare a meno. Abbiamo dato priorità al blocco Usa come risorse e responsabilità, una soluzione che ci ha permesso di migliorare sensibilimente il nostro impatto offensivo passando da 49 punti di media a quasi 62. Le tre straniere sono state tutte all’interno delle prime 12 posizioni tra i migliori scorer del campionato, segno che le caratteristiche che cercavamo sono state rispettate, sia sulla carta che nella resa in campo”La Serie A1 a dodici squadre  “Un campionato non semplice, elitario, con alcune squadre coinvolte nelle Coppe di un livello superiore, altre con budget importanti, senza il doppio impegno, e per questo doppiamente pericolose. Come sempre c’è una parte sinistra e una parte destra della classifica. Siamo molto contenti di aver chiuso, dopo i playoff, primi tra i team dal budget analogo; potevamo fare qualche vittoria in più nel corso della stagione, soprattutto in casa, penso ai nostri tifosi. Alcune partite ci sono sfuggite di un soffio, in altre potevamo fare meglio e lottare con ancora più determinazione”.  La peggior partita?  “Due, entrambe in trasferta: per i modi, direi a Broni, per atteggiamento a Venezia”.  Chiusa una stagione…. “Finito un capitolo, ne inizia uno immediatamente successivo. Ci siamo presi qualche giorno per riflettere, così come importante è la determinazione delle risorse per la stagione 2017/18; il presidente Gavioli stà già operando, nel rispetto del principio cardine, la sostenibilità del progetto”.  Lo staff? “Non è un segreto che abbiamo parlato con coach Andreoli, per rinnovargli fiducia e proseguire insieme. Ogni tassello del team ha svolto un compito, al meglio delle possibilità, vale per i tecnici, come per l’area medica: il dr. Giordano e la fisio Torri sono stati elementi importanti, che ci teniamo stretti come valore aggiunto per il nostro sistema. Coach Annunziata sta proseguendo il lavoro nel team U18 di Academy, insieme a Marco Castaldi, con un percorso di crescita molto valido e gratificante. Coach Frabetti, ha portato esperienza e il suo modo sempre positivo di non drammatizzare, ma anzi di vivere la palestra con piacere. So che si è anche divertito molto, continuerà a darci una mano. Con Giulio Grossi, referente per la preparazione fisica, abbiamo già parlato, all’interno di un percorso che prosegue con stima e fiducia reciproca”.   Forse è presto, ma state pensando alla squadra?  “Non è mai troppo presto per pensare alla squadra, anche se ogni fase di mercato vive di tempistiche precise, comandano le risorse, le squadre con coppe e velleità di massimi sistemi. Noi siamo sempre alla finestra, diciamo in una attesa…vigile..”.  Sono previsti cambiamenti?  “Cambiamenti ce ne sono sempre, alcune giocatrici aspirano a un livello superiore, altre fanno scelte di vita, altre hanno costi elevati, i cicli si aprono e i cicli si chiudono. E’ il gioco dello sport. L’importante è farsi trovare pronti, stiamo lavorando per approntare una squadra frizzante, che possa divertire e allo stesso tempo trasmettere emozioni. Una squadra con la S maiuscola”. Saranno settimane piene allora… “Cerchiamo di guardare con attenzione a quello di cui abbiamo bisogno, all’interno di un disegno d’insieme. L’A1 è un puzzle con tante tessere, fatto di straniere, senatrici, giovani. Abbiamo iniziato da tempo un percorso, che possa dare possibilità anche alle giovani del territorio, servirà pazienza e ancora diverso tempo, ma sono fiducioso che qualcuna possa arrivare a dare una mano. Il mio compito è creare le migliori condizioni possibili, per ogni giocatrice, sia questa senior o under, per esprimere il proprio talento e rendere in campo”.  Prossimi obiettivi?  “Esserci, con il sorriso. Sembra una frase fatta, ma le difficoltà del movimento devono essere un monito e uno stimolo, lavorare forte, senza risparmiarsi, per continuare a divertirci”.

 


Ufficio Stampa
PALLACANESTRO VIGARANO
Direzione Sportiva
Via Roma, 41
44049 Vigarano Mainarda (Fe)
presslab.pallacanestrovigarano@yahoo.it


 

 

 


E' NATA LA CATCH TV
MANDATE I FILMATI DELLE VOSTRE PARTITE
E PASSATE ALLA STORIA
il simbolo CATCHTV indica che ci sono filmati delle partite - 
CLICCA QUI GUARDA LA PARTITA
uisp bologna CAFE BLEU - STRANGERS - 75 - 68

Basket City Archivio
2009/2010 - 2008/2009
2007/2008 - 2006/2007
Bologna città del Basket
tutti gli eventi......

 

www.catchweb.net